Telecamere di sicurezza per la casa abbinate all’arredamento: consigli utili

Installare delle telecamere di sicurezza senza danneggiare in alcun modo il design della casa e senza far correre il rischio di alterare l’arredamento degli ambienti o far notare agli ospiti la telecamera non è per niente semplice ed ha bisogno di un po di attenzione per essere bene eseguito, oltre che di prodotti adatti a questo tipo di scopo.

Per mantenere la qualità della visione mettere la fotocamera in modo che abbia una linea diretta di vista qualunque sia il monitoraggio. La parte più importante per installare qualsiasi telecamera nascosta infatti è trovare il posto giusto per metterla; assicurarsi che la fotocamera sia in un luogo in cui possa puntare nelle riprese direttamente nella zona interessata senza la presenza di ostacoli visivi.

Quali sono le posizioni da considerare per la telecamera?

Ad esempio, se fossi preoccupato per il sospetto legato a un partner puoi posizionare una telecamera rivolta verso il letto del tuo partner (nel limite legale e possibile) per cancellare ogni dubbio.
Altri luoghi importanti per posizionare la telecamera in casa possono essere davanti alla culla del bambino nel caso si voglia monitorare l’operato di una baby sitter.

Se fra le tante cose stai anche cercando di registrare un suono nitido e nitido, dovrai posizionare la fotocamera in un luogo della casa che favorisca la registrazione audio; la telecamera non dovrebbe essere vicina a qualsiasi fonte rumorosa aggiuntiva, come ad esempio una televisione o una radio, che possa far annegare la voce del diffusore e rendere difficile la comprensione.

Ad esempio, se stai installando un kit di sorveglianza in una stanza con una televisione, posizionala sul lato opposto della stanza. Anche posizionare una telecamera vicino ad un divano o ad una sedia dove è probabile che il tuo obiettivo sia seduto può essere una buona idea.
Per evitare di mettere in allarme o infastidire le persone, che potrebbero interpretare la tua telecamera di sorveglianza tra l’arredamento come mancanza di fiducia, nasconderla adeguatamente collegando la fotocamera a una rete di ip wirless, ovviamente solo se applicabile.
Alcune telecamere che si possono nascondere facilmente nell’arredamento di casa dispongono di un sistema archiviazione interna mentre altre trasmettono il video attraverso un tipo di connessione di rete con cavi mentre altre ancora sono dotate di varie opzioni.

Se la tua fotocamera si collega a una rete tramite un cavo Ethernet o USB deve essere ben mascherata e in un posto inconsapevole oppure messa in maniera evidente di fianco a un apparecchio elettronico e in bella vista (basterà dire che è una webcam che usi per fare chiamate, alcune telecamere infatti sembrano proprio pensate per quello come la D-Link Dcs-933L).

I modelli più comuni di videocamera commerciale si collegano in modalità wireless. Se si acquista questo tipo di fotocamera bisogna assicurarsi che sia nell’ambito di una rete wireless protetta: una telecamera nascosta non va bene se il tuo bersaglio sa che c’è; ci sono due strategie principali per assicurare che le telecamere nascoste rimangano nascoste: prendere una videocamera piccola e difficile da vedere, con una piccola lente visibile che viene messa in una posizione discreta. Questo è ciò che viene in mente quando la maggior parte delle persone pensa alle telecamere nascoste. La verità è che questo tipo di travestimento è molto più facile da individuare in quanto una telecamera nascosta efficace deve avere una vista libera di chiunque stia guardando. Se l’obiettivo può vedere una persona, la persona può vederla.
Camuffare piuttosto la fotocamera come un oggetto quotidiano nell’arredamento come le scatole per tessuti, i coffee maker, le sveglie, i quadri digitali, i ganci per pareti: insomma cose che si fondono senza problemi nell’ambiente domestico. Una persona ha meno probabilità di vedere una telecamera progettata per sembrare un pulsante rispetto ad una telecamera che è stata semplicemente nascosta.

Pubblicato in Casa