Categorie
Casa

Come arredare la tua nuova casa da solo: consigli utili e pratici

Adesso che hai comprato casa ti sei deciso e vuoi darle un arredamento particolare: te ne occuperai tu! Ma sei veramente in grado? Di solito chiunque si trovi come proprietario di una casa inizia a fare progetti mentali e ha già in teta l’idea di una sorta di “casa sogno” che vorebbe replicarema la verità è che molti dopo aver tentato da soli ad arredare la casa si accorgono di aver sbagliato molte cose e di non essere stati in grado di replicare l’idea che si erano fatti in testa.

Cercasi ispirazione per il nostro design di casa

Per arredare una casa prima di tutto bisogna essere giustamente ispirati: prima di disegnare un singolo progetto o chiedere consulenza ad un archittetto devi essere in grado di considerare i tuoi sogni. All’inizio infatti non sarà facile capire cosa veramente tu voglia e scartare le idee irrealizzabili per la casa.

Visitare i vicini per avere le idee giuste

Una seconda mossa che puoi fare per capire come arredare da te la tua casa nuova può essere quella di spostarti a fare visita ai vicini, anzitutto per conoscerli, ma anche per capire come loro hanno invece sistemato gli spazi e quali siano state le problematiche che hanno dovuto affrontare durante l’arredamento. Andare a visitare i tuoi vicini ti consentirà di sentirti nuovamente ispirato e conoscerai nuovi problemi tecnici e spunti interessanti da apportare nella tua nuova casa.

Misura le stanze della casa e fai delle foto

Terza mossa da fare è prendere le misure di tutte le stanze e fare delle foto registrando ogni singolo angolo dell’edificio: avrai maggiori dettagli nelle foto rispetto a quelli che sarai in grado di percepire di persona e avrai modo di portartele dietro quando dovrai prendere delle decisioni a riguardo. Altra mossa da fare per arredare da te la tua nuova casa è quella di mettere giù una bozza di progetto e considerare gli spazi anche dal punto di vista tecnico sul foglio (non sarà più difficile del disegno tecnico fatto a scuola in ogni caso).

Chiedi una consulenza avendo in mente cosa ti serve

Dopo aver fatto queste mosse potrai finalmente andare a chiedere consulenza a un architetto senza fargli perdere tempo: avrai già tutto pronto ed eviterai di annoiarlo con dettagli inutili; chiedendogli un parere riguardo a come il tuo progetto dei sogni potrebbe essere realizzato nella tua casa.

Conclusioni

Fondamentale quindi per iniziare ad arredare la propria casa è avere le idee chiare: siate certi di quello che desiderate e comparate realmente il vostro bisogno con la necessità reale di uno spazio libero.

Categorie
Arredamento camere

Arredare una camera per bambini può incidere sul carattere e sull’umore del piccolo

Arredare uno spazio come la camera da letto di un bambino non è una cosa facile e semplice perché si sta andando a formare uno spazio importante per un nuovo elemento della famiglia, giovanissimo ovviamente, che dovrà entro quelle mura incrociare i ricordi e le proprie emozioni con i mobili del luogo.
Se si crea un ambiente triste e spoglio il bambino potrebbe non gradire ciò che vede e facilmente si troverebbe poco a proprio agio nella stanza da letto, andando così a formare anche un carattere differente rispetto a un bambino cresciuto in una stanza dove ogni cosa sembra aiutarlo e dirgli che la vita è colorata.
Sono differenze normali che possono scaturire da minime cose nell’educazione di un bambino ed è una cosa comune che vengano fuori anche quando si parla di arredamento perché ricordiamo che arredare significa andare a toccare anche tasti poco conosciuti della persona e richiamare con varie combinazioni di mobili e colori determinate emozioni che possono andare ovviamente a interferire con l’umore di chi sta dentro o percepisce la stanza.
In una camera per bambini, specie se piccoli, è importante che ci siano dei giochi e dei rimandi verso creatività e la fantasia; inserire una piccola libreria nella stanza dotata di qualche volumetto potrebbe essere un’ottima idea per incentivare il piccolo che vedendo i libri assieme ai giochi penserà abbiano qualcosa in comune e finirà con l’associarli, rendendosi la vita molto più facile in futuro con la scuola.
Un tappeto gioco potrebbe poi essere una cosa gradita se l’intento è quello di ospitare nella camera un bambino di età molto piccola, come ad esempio 2 e 3 anni.
Ovviamente l’armadio non è da escludere dentro una camera per bambini ben arredata e non deve essere “noioso” ma avere qualche colore o tonalità accesa.
Una cosa che può essere interessante aggiungere poi è il lampadario: magari un lampadario per una camera per bambini è giusto sia ugualmente fantasioso e creativo; quindi un suggerimento può essere quello di vedere qualcuno dei tipici modelli di lampadario per camere per bambini in vendita online e di installarne uno, tanto il prezzo di solito è particolarmente basso ed in genere possono dare un tocco notevole alla stanza da letto dei bambini.